Accenni Degustativi

Innanzitutto, sono sempre da tenere presenti questi concetti:

  • Rispetto: per il vino
  • Sensibilità: sta nel riconoscere che ognuno di noi ha il suo gusto
  • Condivisione: del piacere di degustare insieme
  • Pulizia: sintetizza la qualità. Perché dietro ad aromi o a sapori sgradevoli, spesso si celano imprecisioni a livello enologico. Il naso delle persone normali, però non riesce a definire più di ¾ sensazioni alla volta.
  • Accessibilità: nessuno deve ricorre a regole scritte o imposte, ma deve farsi guidare solo dal suo istinto e dal suo gusto

 

Per guidare una degustazione, bisogna considerare:

 

  1. Faccia del Vino: colore, per cui ci limitiamo ad osservare la profondità cromatica.Densità, intesa come consistenza.
  2. Per gli spumanti, è sempre utile osservare il perlage, ovvero la catenella di bollicine per avere un’idea di quanto sia fine e persistente.
  3. Profondità, associata alla trasparenza.
  4. Pulizia dei profumi: mettere al naso il bicchiere, annusare profondamente dal centro dello stesso.
  5. Dividere gli aromi dominanti in tre categorie: Frutti ( a seconda della freschezza, del grado alcolico e della longevità, ci saranno profumi di frutta fresca, o matura, piuttosto che essiccata o in confettura) Fiori ( note di fiori bianchi, o fiori rossi, freschi o essiccati). Altro ( note vegetali, tostature, spezie o sentori di cioccolato o caffè).
  6. Qualità dei sapori: è il momento dell’assaggio. I sapori primari sono gli stessi dell’olfatto (fiori e frutti o altro). Altri sentori importanti all’assaggio sono: salinità (o sapidità o mineralità) e i tannini ( sono elementi importanti per la conservazione del vino, aiutano ad asciugare il palato ma al tempo stesso lo fano salivare).
  7.  Personalità: il carattere che contraddistingue un vino e lo rende unico, così come lo stile, diverso per territorio e per produttore.
  8. Forza Emozionale: l’ultima sensazione è sempre legata all’emozione, al desiderio di bere subito un altro bicchiere, e di condividerlo con chi vogliamo.

 

…. Vi aspettiamo per degustare insieme.

Riccardo
Riccardo
Proprietario della storica cantina Riccafana. E' stato uno dei pionieri del vino biologico in Franciacorta.

Questo sito web utilizza i cookie tecnici per il suo normale funzionamento. Sono inoltre presenti widget social e pulsanti di condivisione che potrebbero rilasciare cookie di terze parti. Per attivare tutte le funzionalità del sito, è necessario accettare i cookie. Per maggiori informazioni, si prega di leggere la Privacy Policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi