Riccafana incontra la scuola

Riccafana di Riccardo Fratus incontra la scuola

L’azienda vitivinicola Riccafana ha aperto le porte alle scuole del territorio. Da Palazzolo, gli studenti dell’istituto Marzoli sono venuti a conosceres Riccardo Fratus, proprietario della cantina Riccafana in Franciacorta. Da questo incontro è nata una bella lezione di impresa, marketing e mercato. Un imprenditore del vino, rappresentante di quella eccellenza locale che è il Franciacorta, e un gruppo di studenti curiosi, pronti a capire e conoscere una realtà importante del territorio.

Il progetto, dal nome “Primo approccio con il mondo del lavoro: focus sulla comunicazione e sul marketing”, si inserisce all’interno del percorso di Alternanza Scuola Lavoro.

I Destinatari del progetto sono stati gli alunni della classe 5 F del Liceo delle Scienze Umane del Liceo Marzoli di Palazzolo s/O. Si intende fornire agli studenti, giunti ormai al termine del proprio percorso scolastico, un contatto diretto con il mondo del lavoro, in particolare con enti privati, focalizzando l’attenzione sul settore della comunicazione e del marketing. L’obiettivo è quello di dotare gli alunni di alcune conoscenze relative al mondo dell’impresa privata, grazie alla collaborazione con formatori esterni, e competenze, sperimentando sul campo alcuni degli strumenti acquisiti (mediante un incontro conoscitivo con alcune realtà territoriali e la stesura, realizzazione e restituzione di un’intervista effettuata ai titolari).

Soddisfatto anche Riccardo Fratus, che ha così commentato al termine di questa belle esperienza di conoscenza e confronto con i giovani della scuola: ”ottimo modo per conoscere l’azienda. I ragazzi hanno capito che la scuola da la formazione ma nella realtà lavorativa si rafforza la responsabilità caratteriale delle persone.

Tutti gli alunni sono rimasti molto interessati da questa esperienza. Hanno dimostrato di essere molto favorevoli a questo continuo scambio conoscitivo tra la scuola e le aziende. E’ proprio dalla collaborazione continua tra istituzioni e privati che può nascere la nuova classe lavorativa e imprenditoriale di domani. Ringrazio professoressa e alunni per avermi reso partecipe di questo bel progetto”.

Ecco quindi, il lavoro partorito dagli studenti alla fine dell’incontro avvenuto a Riccafana, con Riccardo Fratus.

Ricerca conoscitiva sulla strategia commerciale di alcune aziende del territorio

Conoscenza dettagliata della realtà aziendale

1) Carta d’identità dell’azienda: denominazione, marchio, (eventuale slogan), data di apertura, come è nata l’idea
L’azienda “Cantina Riccafana Franciacorta” è un’impresa vitivinicola collocata sulle pendici meridionali del Monte Orfano che si occupa della produzione di vini Franciacorta da coltivazioni biologiche.

Il nome Riccafana è toponimo della zona in cui è situata la struttura e deriva dal greco “appare ricca”. Lo slogan dell’azienda è “coltiviamo nuove emozioni”.

La storia della cantina nasce con Giovanni Fratus, il quale nel 1973 fonda “Riccafana”, iniziando un lungo lavoro di recupero dei vigneti e del cascinale del Quattrocento a quel tempo diroccato.
Inizialmente, l’azienda produceva vini bianchi e rossi soltanto per la prima attività di famiglia, l’Hotel Touring ed il ristorante interno alla struttura; fino al 1995 si contavano circa 9.000/12.000 bottiglie di “Franciacorta” e 8.000/12.000 bottiglie tra Rosso Cortefranca e Bianco Cortefranca.

Nel 1997 subentra il figlio Riccardo Fratus come direttore e collaboratore del padre Giovanni Fratus. Nello stesso anno si acquistano 4 ettari di terreno limitrofo all’azienda per un’estensione territoriale di 12 ettari totali.
Dall’inizio del secondo millennio la produzione aumenta per arrivare ad una produzione totale di 110.000 bottiglie.

Il 2000 è un anno fondamentale per l’azienda. Infatti, venne istituito il marchio “Fratus- Franciacorta” ed inizia la collaborazione con un’altra importante cantina vitivinicola, “Chianti classico, Rocca delle Macie”.
Dal 2000 al 2014 l’azienda subì una progressiva crescita e “Franciacorta Fratus DOCG” entrò sempre più a far parte del mercato italiano.

Dal 2014 il marchio “Riccafana” fu riportato in auge per la distribuzione dei vini Franciacorta e tutt’oggi l’azienda produce varie tipologie di vini biologici per il mercato interno e per l’estero.

2) Di cosa si occupa fondamentalmente l’azienda?
Produzione e imbottigliamento del vino di marchio “Riccafana DOCG” (DOCG: Denominazione di Origine Controllata e Garantita).E marchio FRATUS

3) Dimensione dell’azienda: tipologia di dipendenti e funzioni, dove sono collocati i vigneti, le cantine

La struttura del “Riccafana” comprende un bellissimo casolare lombardo ristrutturato situato nella zona periferica del comune di Cologne. I terreni situati nell’area intorno alla cantina contano 15 ettari vitinificati, 2 ettari a coltivazione di ulivo e 5 ettari di Monte Orfano.
Il processo di produzione è gestito dal titolare Riccardo Fratus, un responsabile di campagna (perito agrario) e un responsabile di cantinaENOLOGO.

4) Chi guida l’azienda? (capire se l’azienda è guidata da un titolare, un gruppo, amministratore delegato )

L’azienda è stata avviata da Giovanni Fratus. Attualmente la cantina è guidata dal figlio Riccardo Fratus, titolare e amministratore.

5) L’ente collabora anche con altre aziende?
Gli enti che collaborano con l’impresa sono “Chianti classico-Rocca delle macie”, azienda vitivinicola e l’“Hotel Touring” ristorante. VILLA GRANDIS WEDDING RESORTS RISTORANTI PER MATRIMONI-

6) Che tipo di prodotti produce la cantina (tipologie di vino)? Vengono prodotti vini con solfiti/ biologici?

  •  Franciacorta Brut, vino biologico che viene prodotto in numero maggiore ogni anno;
  •  Franciacorta Satèn, vino biologico;
  •  Franciacorta Zero Zero, vino biologico senza solfiti e senza zuccheri aggiunti;
  •  Franciacorta Brut Rosè, vino biologico;
  •  Weiss-Mustuss Dosaggio Zero, vino biologico; METODO CLASSICO
  •  Franciacorta Brut Satèn Millesimato “Dodici Piò”, vino biologico;
  •  Teratis ROSSSO , vino biologico;

Horta metodo classico VSQ

I tipi di uva utilizzati per i prodotti biologici sono il tipo “Chardonnay” e il tipo “Pinot nero”.

Capire la strategia commerciale attuata

1) Su quale canale di vendita sono distribuiti/venduti i prodotti?
L’azienda distribuisce i propri prodotti in diversi canali di vendita. La vendita diretta a privati e a distributori, la distribuzione presso ristoranti ed enoteche sono i principali mezzi con i quali l’azienda si espone al mercato.

2) Punti di forza dell’azienda: la qualità, il prezzo o altro? Qual è la leadership tra tutti i prodotti?

Si può definire “leadership” dei prodotti sicuramente il Franciacorta Brut, che è uno dei vini più acquistati ed apprezzati dal pubblico, oltre che il prodotto “simbolo” dell’impresa.
Tra i punti di forza della cantina è da considerare sicuramente la posizione in cui è situata, la Franciacorta, famosa sul mercato come zona nella quale si producono vini eccellenti e di particolare qualità. Inoltre, la microzona del Monte Orfano permette che si producano vini molto sapidi, minerali e salini, quindi vini che si accompagnano egregiamente con la tipica gastronomia lombarda. “Il prodotto “Fratus”, così come il “Riccafana”, ha come caratteristica di essere un prodotto territoriale mai standardizzato, attentamente ricercato.

3) Che tipo di campagna pubblicitaria è attuata dall’impresa?
L’impresa promuove i propri prodotti attraverso OPERATORI DI SETTORE che si occupano della pubblicità; l’impresa propone altresì visite dirette dell’azienda e degustazioni per i clienti.
Si utilizzano anche i canali Web come mezzo pubblicitario, servendosi di un sito Internet, un profilo Facebook della cantina ed una pagina Instagram dove vengono inserite informazioni, fotografie dei prodotti e dell’azienda, descrizioni accurate della produzione e la possibilità di comprare online le varie tipologie di vini.
Infine, la cantina partecipa anche al “Vinitaly”.

4) La cantina partecipa a consorzi vinicoli?
La cantina fa parte del “Consorzio vini di Franciacorta”.

5) Esistono progetti di investimento (macchinari, personale, ricerca…) che l’azienda utilizzerà in futuro? Se sì, a che scopo verranno utilizzati (vendere di più/ produrre di più/ abbassare i costi di produzione…)?

Secondo la filosofia dell’azienda, gli investimenti sono considerati importanti per il progredire dell’ente; tuttavia, pensando al futuro, si progetta di investire con cautela e passo dopo passo (investimenti “step by step”), evitando gli sprechi e gli investimenti affrettati o non ragionati adeguatamente.

6) I diversi tipi di vino sono venduti solo su mercato interno o anche su mercato internazionale?

I prodotti sono venduti maggiormente in Italia e in regioni diverse, ma vengono esportati anche all’estero, in particolare in Giappone.

Domande generali sull’azienda ed il marketing

7) Come è stata la vendemmia dello scorso anno (2017) famosa per essere stata devastante per l’economia delle piccole cantine? Che strategie sono state adottate per risolvere questa situazione, anche dal punto di vista commerciale/ di vendita?

L’azienda ha avuto, come quasi tutta la Franciacorta, un danno notevole alla produzione a causa del clima sfavorevole. “La giustizia divina/naturale ha fatto il suo corso”.
Per risolvere questo problema, l’azienda “farà cultura in cantina” (degustazioni) e si venderanno le bottiglie prodotte in maniera più capillare.

8) Qual è il target che maggiormente acquista i vostri prodotti? (età, genere, condizione sociale…)

Il target che acquista prodotti “Riccafana” riguarda clienti di entrambi i sessi, aventi un’età compresa tra i 35 e i 65 anni e di varia condizione sociale.

9) Una delle “leggi” del marketing dice che “è meglio essere i primi che essere i migliori”. Questa affermazione è condivisa dall’impresa? E’ meglio essere i primi o vendere un prodotto migliore?

Tale affermazione non è pienamente condivisa dall’azienda. Infatti, è meglio essere i migliori come qualità dei prodotti piuttosto che essere i primi. “Più precisamente, l’ideale come azienda è essere sia i primi che i migliori nel proprio settore.”

10) Sono in programma progetti innovativi per gli anni avvenire? Come vedete il futuro della vostra azienda?

Per il futuro, la filosofia che l’azienda adotterà sarà di mantenere ciò che si ha nel migliore dei modi e cercare di promuovere investimenti in modo prudente e ragionato.
Il futuro dell’azienda si baserà sull’integrazione tra tradizione e novità, trovando un equilibrio tra le parti.

11) Come si rapporta l’azienda con la tecnologia? E’ preferibile essere tradizionalisti o innovatori in ambito economico e/o produttivo?

La tecnologia è relativamente utilizzata dall’azienda soprattutto a livello di pubblicità (sito Internet e Social Networks).
La ricerca tecnologica, secondo il titolare, è importante quanto le tradizioni ed è indispensabile un equilibrio tra passato e progresso.

Riccardo
Riccardo
Proprietario della storica cantina Riccafana. E' stato uno dei pionieri del vino biologico in Franciacorta.

Questo sito web utilizza i cookie tecnici per il suo normale funzionamento. Sono inoltre presenti widget social e pulsanti di condivisione che potrebbero rilasciare cookie di terze parti. Per attivare tutte le funzionalità del sito, è necessario accettare i cookie. Per maggiori informazioni, si prega di leggere la Privacy Policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi